NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Solari, spontanei e sportivi.

Marcello e Claudia sono una coppia splendida, saldamente unita da loro piccolo, Andrea.
È stato semplicissimo dedicarmi al loro progetto: entrambi sono infatti appassionati di pesca sportiva, pertanto il filo conduttore del loro matrimonio non potevano essere che il lago, i pesci, gli attrezzi per pescare e tutte le sfumature del blu.

Abbiamo giocato sulle trasparenze e la luce utilizzando vetro, plexiglass, specchi, elementi naturali quali foglie, ciottoli trasparenti e sassi di fiume. Infine abbiamo reso partecipi tanti simpatici pesciolini rossi che, a fine evento, sono stati adottati dal magnifico biolago della location: il Parco dei Cimini a Soriano nel Cimino, Viterbo.

Un matrimonio fresco, estivo e pieno di bollicine!

Location: Hotel Torre S.Angelo, Tivoli
Fantasioso, originale e decisamente curioso e divertente. Un tema decisamente fantasioso legato alla passione per la lettura, la scrittura, il gioco di parole e l'amore in tutte le sue accezioni.

Lei: determinata e sensibile.
Lui: fantasioso e riflessivo.

Tableau Plan e allestimento

Il tavolo di uno scrittore folle, ossessionato dai giochi di parole, che ha aperto cassetti, cercato tra le pagine dei libri le ispirazioni e le idee che ispirassero il suo tema: Pane, Amore e Fantasia.
Il Pane perché simbolo per eccellenza della semplicità, l'Amore in quanto sentimento universale, la Fantasia perché legata alle passioni e agli interessi dei protagonisti, nonché al carattere creativo e bizzarro della realizzazione decorativa scelta e studiata per il loro evento.
Un'enciclopedia con la scelta accurata di alcune parole, accomunate dalla radice PAN.
Antichi libri foderati con una carta particolare, realizzata a mano, bianca. La decorazione in copertina composta da letterine in balsa di legno dipinte a mano di color verde bosco, tinta di base scelta per l'intero evento e dei cordoncini in filo di raso bianco sottile, così da creare movimento. Un gioco di volumi e rilievi contrapposti alla parte piatta della stampa appositamente studiata con l'utilizzo di un font che sembrasse la battitura di una macchina da scrivere.
La chicca è dettata dalla realizzazione delle formine in pasta di sale che simulano dei soggetti di pane ispirati alle parole scelte in rappresentanza dei tavoli. Tutto è minuziosamente studiato in sintonia con la tematica, i colori e la simbologia.
Il segnatavolo con la doppia funzionalità di menù è stato realizzato con la stessa tecnica decorativa utilizzata per la copertina dei libri, così da creare armonia nell'insieme.
Chiaramente per gli sposi come sempre è stato adottato un particolare differente così da diversificare il risultato finale. È stato infatti attribuito un logo personalizzato, creato dagli sposi.